Sos estate..

Breve guida per risolvere alcuni inconvenienti estivi..

In estate aumentano le ore trascorse all’aria aperta,ancor di più dopo i mesi passati in lockdown, abbiamo ancora più bisogno di star a contato con la natura.

Sei possibili disturbi estivi

Colpo di calore e sole

Esporsi al sole quando le temperature sono molto elevate può provocare un surriscaldamento del corpo e una vasodilatazione, con capogiri, debolezzam cefalea e perdita dei sensi. Che fare?? Ovviamente ripararsi subito all’ombra,bere dell’acqua  e sdraiarsi tenendo le gambe più in alto rispetto alla testa, per far circolare il sangue.

Nei giorni successivi è consigliata l’assunzione del Ginseng, indicato coem aiuto psicofisico per riprendersi velocemente dallo shock.

https://www.erboristerialelicriso.com/ricerca?controller=search&s=ginseng

Lesioni da meduse

Se per distrazione si sfiorano i tentacoli urticanti di una medusa, per lenire il bruciore intenso ed il prurito conviene applicare sulla zona colpita uno stick a base di ammoniaca, o dei cubetti di ghiaccio, se invece avete con voi la pomata simil one, della gse , a base di estratti di semi di pompelmo e aloe, risulta la soluzione perfetta per lenire immediatamente il disturbo.

Se il prurito è molto intenso, è necessario ricorrere a farmaci corisonici e antistaminici, ma se il fastidio è contenuto, può esser gestito con l assunzione del gemmoderivato di Ribes nigrum (30-40 gocce 3 volte al giorno per una settimana almeno).

 

https://www.erboristerialelicriso.com/salute-naturale/cura-della-pelle/gse-simil-one-gel-30ml.html

Spine

Se una pianta grassa mediterranea o un rovo, ci ‘aggredisce’ la prima cosa da fare è cercare di levare e far uscire il sangue. Poi bisogna disinfettare la parte interessata, per questo fastidio, si può ricorrere a toccature con  l olio essenziale di Tea Tree, una delle poche essenze  applicabile direttamente sulla cute .

Un altro rimedio utile in questi casi è la Tintua madre di Echinacea ,che può evitare eventuali infezioni, sia assunta per bocca per qualche giorno ,circa 30 gocce diluite in acqua per 3 volte al gg, sia usata come impacco, diluita con 30% di acqua sterile o soluzione fisiologica.

 

https://www.erboristerialelicriso.com/ricerca?controller=search&s=tea+tree

Orecchie tappate

Dopo aver nuotto con la testa sott’acqua, può capitare di avere la sensazione di sentire di meno e di avere un orecchio otturato. Succede sia per via della presenza del tappo di cerume, che come spugna assorbe acqua, sia per lo shock temrico che paralizza il timpano e che nei casi più grave può generare un otite.

In questi casi è utile fare subito dei lavaggi con acqua borica o utilizzare delle soluzioni specifiche, delle gocce gse ear drop, specifiche per rimuovere il cerure, alleviare il dolore, fastidio e ottime in caso di otite esterna.

 

https://www.erboristerialelicriso.com/bellezza-naturale/igiene/igiene-personale-intima/gse-ear-drops-gocce-auricolari-3ml.html

Occhio alla congiuntivite

Il contatto con batteri e altre sostanze presenti nella sabbia, nell’acqua della piscina o nell’aria, può irritare la congiuntiva dell’occhio e causare arrossamento, lacrimazione, brucire ,fastidio ed infiammazione. Oltre ad evitare il trucco e le lenti a contatto che potrebbero peggiorare il disturbo, è utile un collibio con prorpietà antibatteriche, antivirali, specifico per i disturbi infettivi ed allergici, vi consigliamo il gse eye drop, gocce oculari specifiche epr tutti gli stati di irritazione ed infezione ocualre di varia origine.

https://www.erboristerialelicriso.com/salute-naturale/vista/gse-eye-drops-click-gocce-5ml.html

Pressione bassa

Debolezza , capogiri, senso di svenimento. Possono esser alcuni segnali di avvertimento di un calo di pressione.

Può esser utile in caso si avvertano questi segnali, sdraiarsi, bere un bicchiere d’acqua zuccherato, misurare la pressione, sentire il parere del medico.

Inoltre in questi casi, se il disturbo è passeggero, causato dal sole, si consiglia di integrare  Sali minerali, coem il magnesio e potassio,indispensabile per la regolazione della pressione. Ancora il nostro alleato prezioso potrebbe esser il ginseng, che ci aiuta a recuperare tono, magari in assocciazione con il gemmoderivato di Mirto ( 50 gocce 2 volte al giorno) che aiuta a modulare e regolarizzare gli sbalzi della pressione arteriosa, sia in eccesso , che in difetto.